La certificazione, rilasciata da Certiquality, è relativa al prodotto Latte Fresco e Alta Qualità e assicura che questi siano ottenuti da allevamenti piemontesi in possesso di attestazione sul benessere animale.

Centrale del Latte di Torino, l’azienda leader in Piemonte per la produzione e distribuzione del latte e derivati insieme a prodotti freschi e freschissimi, ha ottenuto lo scorso dicembre la certificazione di prodotto DT 86: il latte fresco e di Alta Qualità è ottenuto da allevamenti piemontesi in possesso di attestazione sul benessere animale.

Con questa certificazione è assicurato che l’azienda segua un programma strutturato di valutazione del benessere animale, con basi scientifiche ed oggettive, che attribuisce l’idoneità alla certificazione del benessere animale del 100% degli allevamenti che ci conferiscono la materia prima per la produzione di latte fresco Tapporosso.

Per l’azienda, l’attenzione al benessere animale è un fattore imprescindibile, così come lo è la qualità dei propri prodotti e la cura rivolta al cliente.

La Certificazione “Benessere Animale” si configura come la meta finale di un lavoro avviato sin dalla metà degli anni Ottanta, attraverso un programma di selezione e di miglioramento qualitativo del latte alla stalla, legato anche al benessere animale.

La tutela del Benessere Animale perseguita dalla Centrale del Latte di Torino, si ispira alle 5 libertà fondamentali enunciate dal FAWC (Farm Animal Welfare Council) e che ancora oggi rappresentano i cinque principi cardine su cui si fonda la ricerca rivolta al raggiungimento dello stato di benessere negli allevamenti di animali utilizzati per la produzione di derrate alimentari.

Le cosiddette “cinque Libertà” sono:

  • quella dalla fame e dalla sete, quindi disponibilità di acqua fresca e pulita, nonché di un’alimentazione che mantenga l’animale vigoroso e in buona salute;
  • quella dal disagio ambientale, quindi disponibilità di un ambiente fisico appropriato alla specie, che includa adeguate aree di riparo e zone di riposo confortevoli;
  • quella dal dolore, quindi da ferite e malattie attraverso prevenzione, diagnosi tempestive e cure appropriate;
  • quella di esprimere comportamenti naturali, grazie alla predisposizione di spazi sufficientemente ampi, strutture adeguate e alla compagnia di animali della stessa specie;
  • quella dallo stress e dalla paura, grazie a condizioni di vita e trattamenti che evitino sofferenze psicologiche all’animale.

É utile ricordare che la vigilanza e il rispetto di tutte le norme obbligatorie è affidata ai Servizi Veterinari delle A.S.L., al Corpo Forestale dello Stato e a tutti gli organi competenti.

La qualità e l’idoneità del latte vengono invece garantite da prelievi effettuati direttamente nelle stalle e analizzati quotidianamente presso i laboratori della Centrale e settimanalmente presso il “Laboratorio Centro Latte Regionale” dell’ A.R.A.P (Associazione Regionale Allevatori del Piemonte)

Così commenta Marco Luzzati, direttore commerciale di Centrale del Latte di Torino: Per noi è importante questo riconoscimento che certifica il nostro impegno, profuso da oltre 60 anni, a gestire nel miglior modo possibile la qualità e l’ambiente in tutti i nostri processi aziendali. Dopo la ISO 9001, la ISO 14001 e la ISO 22000, la certificazione “Benessere Animale” rappresenta per noi il riconoscimento di quanto ci stia a cuore la vita nelle stalle dei bovini. È ormai assodato che vi sia correlazione tra la qualità di vita dell’animale in stalla e il latte che ne deriva.