1. Il latte si fa bollire?

No, in quanto il processo di pastorizzazione, effettuato prima del confezionamento, è più che sufficiente per garantire la completa distruzione dei microrganismi pericolosi per la salute.

2. Che differenza c’è tra il latte Alta Qualità e l’altro?

Il latte di Alta Qualità proviene unicamente da allevamenti che sono stati autorizzati dal Sindaco del comune di residenza (sentito il parere delle A.S.L.. di competenza) alla produzione di latte crudo destinato alla trasformazione in latte fresco pastorizzato di Alta Qualità. Detto latte possiede caratteristiche chimiche e nutrizionali mediamente più elevate, i requisiti sanitari richiesti sono più severi e i controlli operati dall’autorità pubblica (Servizi veterinari delle A.S.L..) sono più frequenti. A ciò si aggiunge l’obbligo, a cura del trasformatore, di garantire una maggior quantità di siero-proteine residue dopo la pastorizzazione. Pertanto il trattamento termico deve essere condotto a temperatura mediamente più bassa, pur rispettando il limite minimo imposto a 71,7°C per 15 sec.

3. Il latte dopo la scadenza è ancora buono? Devo farlo bollire? Come faccio a sapere se posso ancora berlo?

La durata del “latte fresco pastorizzato” (vita commerciale del prodotto) e’ stabilita per legge ed è pari a 6 giorni più quello di confezionamento.. Superato il termine si dice che la confezione è scaduta in quanto il prodotto contenuto potrebbe non possedere tutti i requisiti igienico-sanitari e di composizione (nutrizionali) richiesti. E’ comunque vero che la tecnologia utilizzata sia per il trattamento termico sia per il confezionamento, il miglioramento sostanziale della materia prima, la garanzia del mantenimento della catena del freddo in fase di vendita, sono elementi che concorrono ad allungare il periodo in cui il latte fresco pastorizzato mantiene le proprie caratteristiche pressoché inalterate. Resta comunque l’incognita del frigorifero domestico, pertanto è sempre consigliabile effettuare una prova di bollitura prima del consumo: qualora il latte dovesse coagulare è bene eliminarlo.

4. Dove trovo la scheda della raccolta punti?

La scheda raccogli punti può essere scaricata direttamente da questo sito, cliccando qui. E’ anche a disposizione presso tutti i punti vendita dove si acquistano i prodotti della Centrale, oppure presso la reception della Centrale. Se per caso non la trovi, chiama il nostro Servizio Consumatori al numero 011.3240333 (dal lunedì al venerdì dalle ore 10,00 -12,00 e dalle ore 15,00 – 17,00).

5. Compro il latte negli ipermercati: dove posso consegnare la scheda punti?

Come riportato nel regolamento della raccolta punti, puoi presentare la scheda completa sia alla reception della Centrale del Latte di Torino – in via Filadelfia 220, a Torino (orario 9-13 dal lunedì al venerdì) oppure presso la Latteria della Centrale, in via Filadelfia 212 (lun – sab h. 9.00 – 19.00 – chiusura: mercoledì pomeriggio).

6. Quali sono gli orari di consegna dei premi alla Centrale?

Puoi ritirare i tuoi premi presso la Centrale del Latte di Torino dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 13.00.

7. La mia lattaia non ritira le schede punti: come faccio a consegnarle?

Anche in questo caso puoi ritirare direttamente i premi presso la Centrale del Latte di Torino dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 13.00, oppure presso la Latteria della Centrale in via Filadelfia 212 (lun – sab h. 9.00 – 19.00 – chiusura: mercoledì pomeriggio).

8. Perché non posso spedire la scheda punti?

Il regolamento non prevede la spedizione delle schede punti. Sono previste due modalità di ritiro del regalo: direttamente presso la Centrale del Latte di Torino oppure lasciando la scheda nel punto vendita dove hai acquistato i prodotti. In quest’ultimo caso ritirerai in seguito il premio presso lo stesso punto vendita.